Cerca il tuo Film/Serie TV:



Condividi
Commenta
Vote:

TRAILER:

Nell’Algeria colonizzata crescono tre fratelli e il risentimento contro l’occupazione francese. Espropriati dai coloni della terra dei padri, Saïd, Messaoud e Abdelkader svolgeranno i loro destini altrove. Protettore e faccendiere a Pigalle Saïd, soldato dell’Esercito francese sul fronte indocinese Messaud, militante del movimento di indipendenza algerino detenuto nelle carceri francesi Abdelkader, i tre fratelli si ritroveranno anni dopo a Parigi costretti nelle banlieues e occupati alla Renault. Tra la loro gente repressa e indotta a una vita indigente matura in Messaoud e Abdelkader la coscienza nazionale e la convinzione che non avrebbero mai salutato il Tricolore come propria bandiera. Entrato in clandestinità e diventato in poco tempo e molte azioni (armate) leader del Fronte Popolare di Liberazione, Abdelkader trascinerà nella causa i fratelli fino all’alba della liberazione.
C’è una scommessa ambiziosa all’origine di Uomini senza legge, quella di combinare epos e noir. Dell’epos il contestato film di Rachid Bouchareb ha la coralità, la complessità narrativa e il proposito di penetrare la storia dei personaggi dentro la scena della grande Storia, provando a interrogarsi sul labile e incerto confine che separa la giustizia dall’ingiustizia, il bene dal male. Dal noir Uomini senza legge deriva invece il cupo pessimismo, il tono pesante e torbido della fotografia, la claustrofobia urbana, il fatalismo che sembra guidare lo svolgersi della vicenda e ancora la nemesi che colpisce letteralmente al cuore il protagonista (Abdelkader) un attimo prima che riesca a varcare la soglia e ad affacciarsi sul futuro indipendente della sua nazione. Guardando alle contro-epopee del crimine di Brian De Palma, Francis Ford Coppola e Scorsese, il regista franco-algerino mette in scena il sanguinoso confronto tra il governo francese e il Fronte di Liberazione Nazionale, il movimento clandestino che sostenne l’indipendenza dell’Algeria attraverso la lotta armata sul territorio metropolitano (europeo) e su quello arabo. Avviato il film con un’espropriazione, Uomini senza legge ha un impianto circolare che troverà la ‘quadratura’ nel riscatto realizzato da un’armata di ombre resistenti come i ‘partigiani’ di Jean-Pierre Melville ma devianti come i criminali degli anni di piombo.
Volgendo lo sguardo a un passato recente, Bouchareb (di)mostra che chi entra in clandestinità da questa o dall’altra parte della legge obbedisce a codici dissennati e persegue ostinatamente una causa in nome della quale uccide senza pietà. Non tace le responsabilità e gli omicidi del FLN a cui (cor)risponde con invariabile orrore il gruppo armato della Main Rouge, partorito dai servizi segreti francesi. E ancora non dissimula la mediocrità disumana dei ‘terroristi’, degli uomini fuori dalla legge (come suggerisce il più puntuale titolo originale) dentro una spirale di violenza senza regole e senza più ragioni. La scommessa di Bouchareb infine è vinta. Uomini senza legge rilegge la decolonizzazione dell’Algeria come un’epica gangster in cui i buoni sono banditi e la Storia filtrata e narrativizzata dalla televisione. Uomini senza legge non è ne vuole essere un documentario, è piuttosto un film di finzione che si concede il lusso di alludere, suggerire, ipotizzare il percorso di tre fratelli che tra il ’45 e il ’61 finirono per autodistruggersi, rifiutando (almeno due su tre) la mediazione, spingendo verso soluzioni radicali e bruciando sul rogo delle proprie speranze e illusioni. La centralità della fratellanza è la chiave d’accesso ai segreti della Storia e di una storia ancora tutta da comprendere.

  • ,
  • ,
  • 138 min
  • HD
  • Rachid Bouchareb
  • , , ,
  • Carlo
  • 03 Marzo 2022 - 16:38
  • Il film è uscito in 400 schermi in Francia, con 195.242 spettatori dopo una settimana, che hanno eguagliato un quinto posto nella classifica dei botteghini nazionali. Il numero di schermi è stato aumentato a 437 per la seconda settimana, ma il film è sceso all'ottavo posto in classifica. Al termine della corsa teatrale, erano stati venduti un totale di 393.335 biglietti. Questo era considerevolmente inferiore ai 3.227.502 raggiunti da Days of Glory quattro anni prima. Al 10 aprile 2011, Box Office Mojo ha riferito che i ricavi mondiali di Outside the Law corrispondevano a 3.298.780 dollari USA.

Cast

  • Jamel Debbouze Saïd
  • Roschdy Zem Messaoud
  • Sami Bouajila Abdelkader
  • Chafia Boudraa La mère
  • Bernard Blancan Faivre
  • Sabrina Seyvecou Helene
  • Assaad Bouab Ali
  • Thibault de Montalembert Morvan
  • Samir Guesmi Otmani
  • Jean-Pierre Lorit Picot
  • Ahmed Benaissa Le père
  • Larbi Zekkal Le caïd
  • Louisa Nehar Zohra
  • Mourad Khen Sanjak
  • Mohamed Djouhari L'entraîneur (as Mohamed Djouhri)
  • Mostefa Djadjam
  • Damien Bonnard Employé de cabaret
Cast al completo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

lights

Ultimi episodi Aggiunti

9x14

nuovo episodio

1x08

nuovo episodio

2x06

nuovo episodio

1x03

nuovo episodio

1x05

nuovo episodio

7x09

nuovo episodio

19x21

nuovo episodio

2x08

nuovo episodio

7x07

nuovo episodio
Mostra altri episodi..

Categorie

RANDOM FILM